lunedì 25 febbraio 2008

Karl & Klee pagina 30



Ogni regola non è mai fine a se stessa, ma parte integrante di un discorso più ampio.
(vedi commenti post "Movimento")
Le variabili oltre all'accostamento dei colori sono date anche dalla composizione e la tipologia di disegno. In quest'immagine si possono notare più regole che agiscono contemporaneamente. Caldo/freddo, quantità/qualità e chiaro/scuro.
Il rapporto Caldo/Freddo è dato dal rosso e dal blu che come abbiamo detto è tra i più forti. Portare l'arancione della roccia alla tonalità di rosso mi permette due cose:
-1° di esaltare il blu del cielo che non apparirebbe così luminoso senza il rosso
-2° di creare un chiaro/scuro cromatico tra l'arancione e il rosso. Questi due colori sono sulla stessa scala cromatica e come tali suggeriscono un movimento, dal rosso più scuro ed eccitante all'arancione più chiaro e tenue.




Se non ci facciamo coinvolgere dal disegno e guardiamo l'immagine come se fosse sfuocata , possiamo notare che il rapporto tra blu e arancione è simile a quello della regola quantità/qualità.



Ora salvando l'immagine in canale di grigio o semplicemente facendo una fotocopia in B/N, possiamo valutare se il rapporto chiaro/scuro, quindi di luminosità è funzionale.



L'accorgimento di scurire le fasce rosse in alto e in basso aiuta a chiudere lo sguardo in una cornice e a smorzare il valore eccitante del rosso.
Naturalmente tutte queste valutazioni vengono fatte inizialmente studiando come ho mostrato in altri post attraverso lo studio del chiaro/scuro e i bozzetti a colori, ma è indispensabile per chi colora mantenere la concentrazione sul proprio lavoro per osservare come si comportano i colori uno di fianco all'altro. Si può notare come il valore del rosso e dell'arancione una volta isolati non siano così "colorati" come invece li percepiamo nell'immagine completa.

1 commento:

daniele ha detto...

che bello, addirittura un post dedicato... grazie!