lunedì 1 settembre 2008

Caricatura Berlusconi



Colori alchidici, cosa sono? sono colori che uniscono due tecniche diverse, l'olio e l'acrilico. Oltre ai colori bisogna comprare un medio per la diluizione che assomiglia ad una gelatina, ne esistono varie densità, oppure si possono usare gli oli che si usano per la tecnica ad olio, ma cosifacendo si perde la qualità di questa tecnica di asciugare nel giro di mezza giornata.
Dell'acrilico mantiene lo spessore e la luminosità, dell'olio appunto l'essicazione lenta ma non troppo, dal paio d'ore alla mezza giornata, e il modo di applicarlo.
Si può usare anche sopra una base fatta ad acrilico.

4 commenti:

SILVIOBRIGADE ha detto...

grande, ma a questo punto non puoi esimerti dall' enucleare una tua personale "teoria del colore"( e magari anche della carta )

marta ha detto...

c'è differenza ad usare le vernici come fossero degli acrilici? oppure è la stessa cosa?

SILVIO ha detto...

Ciao Marta, è senza dubbio un tecnica coprente, devi solo guardare se per vernici intendi quelle da pareti lavabili (impermeabili-tecnica acrilico), o traspiranti (si rimuovono con l'acqua-tecnica tempera). Mentre se stai parlando di smalti assolutamente uguale all'acrilico, con la sola differenza che invece dell'acqua userai l'acqua ragia o la trementima se ti interessa diluirla di più.
HAHAHHASilviobrigade mi fa ridere l'appellativo, ci tengo però a dirti/vi che ascoltare è bene, ma si deve sempre rielaborare il pensiero degli altri per farlo proprio e ottenere il proprio punto di vista. In ogni caso diciamo che ho molti appunti che dovrei organizzare in capitoli e cercare una casa Editrice...ci sto pensando!

silviousculto ha detto...

sono tutt' orecchi se vuoi farci il piacere di postare un tuo appunto sulla teoria del colore grazie( e suvvia dai non fare il timido)